Hosting wordpress a 1€ Hualma

Rapidità, semplicità e rispetto dell’ambiente visitando Roma in monopattino elettrico.

La nostra capitale è certamente una delle mete maggiormente gettonate dai turisti italiani e stranieri in virtù del suo enorme patrimonio artistico e culturale. I vari siti, in alcuni casi, si trovano distanti tra loro e nonostante la rete di trasporto pubblico locale sia abbastanza efficiente, il monopattino elettrico rappresenta un’ottima soluzione per potersi muovere in totale autonomia ed in modo rapido. Scopriamo insieme quindi come visitare Roma con il monopattino elettrico, cercando nel contempo anche di capire quali sono i migliori monopattini elettrici.

Perché orientarsi verso l’utilizzo di un monopattino elettrico

Il metodo migliore per visitare Roma, o qualsiasi altra città d’arte, è quello di farlo a piedi in modo da apprezzare in maniera completa i vari monumenti, i musei e il folklore degli abitanti; molto spesso però il fattore tempo non gioca a nostro favore per cui il monopattino elettrico rappresenta un’ottima soluzione non solo per spostarsi rapidamente da un luogo all’altro ma anche per ottenere un risparmio dal punto di vista economico.

Come utilizzare il monopattino elettrico a Roma

Negli ultimi anni, questo nuovo mezzo di trasporto ha conosciuto una diffusione notevole con diversi punti di parcheggio presenti in varie parti della città. Utilizzare il monopattino elettrico non è per nulla difficile e richiede una serie di passi; innanzitutto dobbiamo scaricare sul nostro smartphone un’applicazione e configurarla attraverso pochi semplici passi. A questo punto tramite il Queer Code sarà possibile scegliere uno dei monopattini disponibili e, dopo averlo preso in carico, utilizzarlo spostandosi in città per poi riconsegnarlo in una diversa area di sosta pagando in base al consumo o preacquistando una serie di biglietti virtuali della durata di 10 minuti.

A chi rivolgersi per visitare Roma con il monopattino elettrico

Subito dopo l’uscita dal lockdown, la richiesta di una mobilità sostenibile è sensibilmente aumentata e ciò ha avuto come conseguenza una maggior diffusione di questo tipo di mezzi di trasporto, con diverse aziende che hanno pensato di offrire questo servizio. La normativa attuale prevede che i monopattini elettrici possono essere equiparati del tutto alle biciclette a condizione che non abbiano una potenza superiore ai 500 W e che non superino la velocità di 20 Km/h. Al momento sono 4 le compagnie che assicurano il trasporto tramite monopattino elettrico che permette ai turisti di spostarsi con notevole semplicità tra i vari punti di interesse; grazie però a diversi tipi di abbonamento come quelli settimanali o mensili, anche gli abitanti della capitale possono usufruire di questo servizio ed utilizzarlo in maniera regolare per soddisfare le proprie esigenze di mobilità. Le agenzie cui rivolgersi sono la Dott, Lime, Bird e Helbiz che assicurano l’utilizzo dei migliori monopattini elettrici.

Alcuni itinerari da poter effettuare

Scopriamo ora come visitare Roma con il monopattino elettrico, suggerendo alcuni degli itinerari più seguiti dai turisti.
Il tour ideale per spostarsi con questo mezzo di trasporto è quello del centro storico, con le varie attrazioni che non sono molto distanti tra loro e, riducendo i tempi di spostamento, in un solo giorno è possibile visitare praticamente tutto. Il punto di partenza può anche essere la stazione centrale ma il monopattino può essere preso anche in un altro punto, ad esempio Piazza del Popolo; di qui si raggiunge facilmente Piazza di Spagna, la Fontana di Trevi e il Pantheon, toccando così i luoghi maggiormente visitati.
Un altro itinerario, invece, può essere quello che parte da via Cavour e toccando alcune tra le chiese più importanti di Roma arriva al Colosseo, passando per i Fori imperiali, si arriva a piazza Venezia per arrivare poi a Via del Corso. Questo tour termina poi con una sosta presso la splendida terrazza del Pincio per ammirare uno splendido panorama della città.

Hosting wordpress a 1€ Hualma