Cosa vedere in Irpinia.

La bellezza culturale dell’Irpinia.

L’Irpinia è caratterizzata da innumerevoli castelli centenari: terra di conquiste a causa della sua strategica posizione, molti uomini importanti e facoltosi hanno costruito edifici nel corso del tempo. In questo articolo elencheremo alcuni fra i luoghi da visitare per avere un’idea della bellezza travolgente dell’architettura della zona.
Tra I fiumi Calore e Sabato si erge il famoso Castello della Leonessa di Montemiletto, che appartenne ai feudatari de Tocco. Questo edificio ospitò per ben due volte Carlo III di Borbone.
Nel IX secolo, lungo la linea di confine fra il Principato di Salerno e quello di Benevento, fu costruito il Castello Candriano di Torella de Lombardi: dotato di numerose feritoie da cui venivano scagliate frecce incendiarie, questo edificio colpisce chi lo visita per la forma cilindrica del Donjon.
La Rocca di San Felice, dove si trova la Mefite, un piccolo lago giá noto a Virgilio.
Il Castello di Altavilla Irpina è una struttura storica costruita in epoca normanna e diventata residenziale per mano di Bartolomeo I de Capua. Ancora oggi abitato, è uno splendido esempio di architettura medievale iniziato nel XII secolo e finito nel XV secolo.
Il Castello del Monte di Montella fu invece edificato dai Longobardi su precedenti resti romani, attorno ai quali sono stati ritrovati anche resti funerari, conservati nel museo apposito. Sia i resti rinvenuti, sia il castello stesso sono visitabili attualmente.
Il santuario di San Gerardo dallo stile neoclassico a Materdomini, una frazione di Caposele, nato nel luogo dove la Vergine apparve ben due volte ai pastori che facevano pascolare il gregge sulle colline.
La storia di Melito Vecchio, cittá fantasma che ha cambiato ben tre diverse ubicazioni a causa di disgrazie naturali come terremoti, alluvioni e dissesti vari.
La Torre Angioina di Summonte, ritenuto il presidio militare per eccellenza per la sua ubicazione.
E poi se ci si chiedere ancora cosa vedere in Irpinia abbiamo: il Castello di Gesualdo, il Castello di Bisaccia, il Castello Normanno Guevara di Savignano Irpino, il Castello di Zungoli di fondazione normanna.

Irpinia: Terra Vera

Ciò che la terra dell’Irpinia offre ai visitatori interessati alla storia vera, quella fatta di conquiste, di castelli reali che sono stati e sono tutt’ora abitati, è una lista infinitamente lunga di luoghi ricchi di cultura: il secondo Maschio Angioino dopo quello di Napoli ne è un esempio lampante.
Recarsi in un ambiente tanto brulicante di cultura, fatto di sfumature normanne e longobarde successivamente incrociate con la cultura cattolica ed i suoi santuari tanto famosi, rende reale ciò che i libri di storia insegnano.

Irpinia: Castelli e storia

Diffusissimi in questa parte della Campania, i castelli sono la vera attrazione di questo attraente luogo. La conservazione quasi totale degli edifici é data dal fatto che sono stati abitati a lungo, perchè la proprietà è passata spesso tra feudatari all’interno dei vari Regni che si sono susseguiti.
Terra di conquiste per chiunque ci abbia messo piede, sin dall’epoca romana, in questo luogo sono tantissime le tracce lasciate da chi vi ha abitato. Andare alla ricerca di queste opere d’arte che rendono viva la storia che ci è stata narrata, ha qualcosa di fiabesco e sicuramente di affascinante per tutti coloro che sentono battere forte il cuore nel petto davanti a tanta maestosità.